Come il fiore del mandorlo è venuto

È venuto tra i suoi all’inizio di primavera
Come un anticipo di risurrezione
È venuto e finalmente l’abbiamo accolto
Come il cielo accoglie il mandorlo in fiore
Primo segno della nuova stagione

Ha toccato le case bianche e il parco
San Siro e San Vittore – albero bianco
Ti abbiamo offerto un canto di primavera
Canto d’annunciazione

Hai alzato le braccia nella buia prigione
Dei nostri cuori – come i rami del mandorlo
Sei stato tra noi il primo legno a fiorire

L’uomo scelto avrà un ramo di mandorlo in fiore
Così il bastone di Aronne e di Geremia
In profezia vide un albero di mandorlo fiorito
Così Santo Padre sei venuto in Lombardia
Come un albero che cammina tra i ciechi

Terra verde di alberi e montagne
Terra del Duomo bianco
E ancora bianco con le sue cime
In prima fila gli ultimi e i sofferenti
E le tue braccia pronte a riceverli

La poesia non può dire nulla
Sotto questo cielo azzurro di Lombardia
Col tuo biancore ci ha fatto riscoprire
Il cuore di carne nascosto
Sotto un cappotto stretto
Che ora (grazie a te è primavera)
Non è più il nostro: grazie Francesco.