Venditore di rose nere

La macchia rosso bruno del mazzo sfilato dall’acqua
La fotocamera a stampa immediata
Il sorriso offerto di bianco
La faccia olivastra il capello corvino
La chiostra dei denti il sorriso
Nel fiore offerto un gesto forzato d’amore
Simile eterno fermandolo
Sulle piste ciclabili nei viali nei locali
Dove porti la tua faccia corvina appesa a tracolla
La chiostra dei denti la pelle olivastra
La gente confonde ogni altro te stesso
Immigrato indiano
Venditore di rose d’amore
Ma il nero – il nero delle tue rose rimane per sempre
Attaccato ai capelli e alla pelle
Tra il bianco liquefatto dell’occhio
Naviga nera la pupilla cerchiata di rosso
Sotto unghia sotto pelle
Sotto pensiero sotto silenzio
Racconta la tua rosa dai petali nero velluto
Falò di benzina racconta della tua vita qualcosa
Che non si dice mai.