Venticinquesimo

Dimmi perché questa notte
La casa è piena di fiori
E un profumo fragrante d’amici hai tra le dita
Dimmi perché la tempesta
Ha lasciato il posto alle stelle
E un altare o un cuscino
Hanno dato sollievo alla mia anima
Dimmi come e perché
Da sotto alla navata è salita sull’ala dell’aquila
E ha visto il tuo volto tra mazzi di rose
Era bianco il colore e l’ha stupita
Quel sì sussurrato in silenzio
Quel sì ripetuto e non udito
Dalle bocche degli angeli in fiore.