La più bella

Le rose rossi baci a bucare
Il verde profondo di maggio
una rosa s’impiglia alla grata
rosa rossa dalla bocca gentile

Lei si affaccia ogni notte sul lago
Nel suo cerchio tremante di luna
Cala cresce schiude langue la cruna
Oscura bocca di petali esangue

Di squame il tetto spiove
E l’orto profuma di viole
Tra i fiori nel nostro giardino
Lei più bella e squillante il mattino.