Attimo

Attimo in cui le foglie coronano il cielo
E il mare trattiene il respiro
Sospensioni che aprono abissi
Guizzo di rondine sfiora lo specchio

Parole di luce che abbaglia e scolora
La carne in polvere e sottili sbuffi
Impalpabili di via lattea
Schizzi di stelle sulle volte dell’arboreo tempio

Digiuno d’occhi tra ardenti fiammelle
Gambe braccia la notte umida stropiccia
Con le dita gli occhi e le tempie
In un brivido a due passi dall’acqua.